Home » , » Il "P.U.C."

Il "P.U.C."

Va molto di moda anche quest'anno, tra il popolo dei blog musicali, il "Pensiero Unico Certificato" (P.U.C.), che si basa su una generica condivisione acritica ben esemplificata dalla frase "siamo tutti d'accordo che...".
Usando quindi alcuni postulati (che non devono evidentemente neppure essere dimostrati) del P.U.C. uniti tra di loro dalle opportune congiunzioni e/o disgiunzioni subordinative o coordinative (quindi, dunque, nonostante, però, e, oppure, etc.) si possono scrivere millemila post che otterranno l'approvazione incondizionata ed entusiastica del 99,9% dei lettori del vostro blog.

E' con umile spirito di servizio che Vi offro dunque questo utile riassunto del P.U.C. ad uso e consumo dei bloggers.

I Led Zeppellin e i Pink Floyd sono mitici.
I Doors e i Rolling Stones sono leggendari.
Bob Dylan e Bruce Springsteen sono indiscutibili.
AC/DC e Deep Purple sono energetici e divertenti.
Eddie BanHalen e Jimi Hendrix hanno rivoluzionato la chitarra.

Ligabue, Jovanotti, Vasco Rossi e Pelù fanno schifo.
Lady Gaga fa gagare.
Gli italiani non sanno fare il rock, costituzionalmente.

I Boston, fanno schifo. Ma se piacciono a un vostro amico di blog, allora sono bravi.
I Kiss, fanno schifo. Ma se vi piacevano quando avevate 12 anni, allora sono bravi.
Tutto l'AOR/Hard/Heavy Metal, più è pacchiano e più è bello (soprattutto se vi piaceva quando avevate 12 anni).
Tutto quello che vi piaceva a 12 anni, è bello. Ma "oggettivamente" eh, e guai a chi pensa il contrario.

Se c'è il Jazz, c'è la classe.
Se vi piace e anche se non c'è il Jazz, è pop di classe.
Se c'è il Blues, ci sono le radici.
Se c'è il R'n'B, allora si può ballare.
It's only rock'n'roll but I like it.

La musica moderna fa schifo.
La musica elettronica fa schifo.
La musica dance fa schifo.
Se qualche musica moderna/elettronica/dance piace a voi, allora è bella.

I dischi in vinile suonano meglio dei cd.
I cd suonano meglio degli mp3.
I flac, non è bello sapere cosa sono.
E comunque, come la musica dal vivo non c'è niente.

Una canzone è bella se funziona con voce e chitarra.
La matematica è fredda e non ha nulla a che vedere con la musica.
La musica è emozione, non parlatemi di tecnica e tecnologia.
I sintetizzatori sono beceri.
Gli anni '60 sono mitici.
Gli anni '70 sono mitici.
Gli anni '80 hanno prodotto solo musica di plastica.
Gli altri anni non se ne parla proprio.

Gli arrangiamenti di archi rovinano le canzoni.
Gli arrangiamenti di ottoni rovinano le canzoni.
Gli arrangiamenti rovinano le canzoni.
Gli arrangiamenti di archi e ottoni di Burt Bacharach sono la quintessenza della "classe".

Se ci sono le chitarre è rock.
Se ci sono le chitarrone è hard rock.
Se ci sono le chitarrone turbo è heavy metal.
Il jazz rock è complicato da suonare, bisogna essere musicisti coi controcoglioni.
Il progressive è complicato da suonare, bisogna essere musicisti coi controcoglioni.
Il punk tre accordi e formi una band, non devi neanche sapere suonare.

Esempi:
I Doors e i Rolling Stones sono leggendari, invece gli italiani non sanno fare il rock, costituzionalmente.
Certo, se c'è il Blues, ci sono le radici, e infatti una canzone è bella se funziona con voce e chitarra.

Bob Dylan e Bruce Springsteen sono indiscutibili mentre Ligabue, Jovanotti, Vasco Rossi e Pelù fanno schifo.
Anzi, la musica moderna fa schifo: infatti, gli anni '60 sono mitici e gli anni '80 hanno prodotto solo musica di plastica.

I dischi in vinile suonano meglio dei cd: infatti, la matematica è fredda e non ha nulla a che vedere con la musica.
Perchè la musica è emozione, non parlatemi di tecnica e tecnologia: tutti sanno che gli arrangiamenti rovinano le canzoni

etc.

39 commenti a "Il "P.U.C.""

  1. Lucien dice:

    Aborrrrrrro i luoghi comuni, ma arduo è non caderci mai nei fiumi di parole che facciamo scorrere.
    Limitata è la natura umana; Yoko Ono ha rovinato i Beatles;
    se una band continua a suonare dopo i 40, lo fa per soldi; più un disco vende, più è brutto; l'ultimo disco di un gruppo è sempre inferiore al precedente. :)

    Fucking
    Low
    Audio
    Control

  2. si può ovviamente anche dire l'opposto:

    se un gruppo non vende un cazzo, allora sono dei geni

    più l'artista e la band sono sconosciuti, più sono fighi

    la musica è musica a prescindere dal supporto, anche se la suoni dallo spazzolone del cesso si capisce se una canzone è bella o brutta

    ma mi accorgo che alle ha già detto tutto e il contrario di tutto

    quasi

  3. allelimo dice:

    Sono d'accordo con entrambi: è impossibile non cadere mai in un luogo comune, e si può dire anche l'esatto opposto di quello che ho scritto, andando a finire più o meno nel campo già trattato dal blog dell'indie-snob :)

    D'altra parte, il tempo è tiranno, lo spazio è limitato e non si sommano le mele con le pere: a volte, si scrive un post solo per scherzare un po' :)

  4. Anonimo dice:

    Qui una volta era tutta campagna,signora mia, non ci sono più le mezze stagioni....

  5. che figata, io praticamente ho un punto di vista opposto su (quasi) tutto!
    adoro lady gaga, elettronica, dance, musica 80s e hai dimenticato l'hip-hop, che appena si parla di rap in italia si scappa a gambe levate.

    i gruppi "leggendari" invece proprio non li digerisco, su tutti gli AC/DC: a parte un paio di pezzi, orribili

    Vasco Rossi e Pelù fanno effettivamente schifo anche a me, ligabue mi sta indifferente e jovanotti, magari non sempre, ma mi piace abbastanza

    forse dovrei invertire radicalmente i miei gusti per aver un maggior consenso. ci penserò su :D

  6. Andy dice:

    Mi chiedevo quanto ci avrebbe messo Allelimo a mettere qui le solite trite polemiche che gli hanno avvelenato il dente e che hanno perso la casa quando ha chiuso il blog. Peccato, questo mi piaceva. Ma magari è solo un una tantum.
    Visto che non si tratta nè di un "disco" nè di "tecnica" e che un "approfondimento" non mi pare, immagino sia una "storia"...

  7. ciocco72 dice:

    Questo non l'avete detto: Parlare di musica e' come ballare di architettura
    :-S

  8. Sigur Ros dice:

    "Non ho bisogno di ascoltare buona parte della discografia di un gruppo o di un artista per capire che mi fa cagare. Due o tre dischi sono sufficienti, anche per quanto riguarda quelle band con alle spalle 20-30 anni di carriera".

    Se si parla di luoghi comuni e si accetta di partecipare al gioco, allora ne suggerisco qualcuno anch'io ;):P

  9. allelimo dice:

    Sigur Ros, non mi sembra un gran che come luogo comune, più che altro è una cosa che ho - più o meno - detto io un paio di volte, e che confermo: nessuno mi costringerà mai ad ascoltare la discografia completa di Gigi d'Alessio o di Bruce Springsteen prima di poter scrivere che non mi piacciono entrambi :)

  10. Non mi riferivo soltanto a te, conosco diverse altre persone che la pensano allo stesso modo. Certo, magari non nel giro di blog di chi frequenta qui.

    Ma a te non capita mai di affidarti, anche solo per stanchezza o 'risparmio energetico' mentale, a dei luoghi comuni? ;)

  11. cheppalle... Buon Natale!

  12. allelimo dice:

    Sigur Ros: più che un luogo comune mi sembra legittima difesa contro la brutta musica... ma davvero prima di dire che qualcuno ti piace o non ti piace tu ascolti tutta la sua discografia disponibile?

    Maurizio, cheppAlle casomai :)
    Ricambio gli auguri, anzi, Buon Natale a tutti!

  13. Non ho detto tutta la discografia, ho parlato di buona parte di essa, del non accontentarsi degli assaggini.

    In certi casi è sì una difesa contro la brutta musica, uno stabilire delle priorità tra ciò che interessa realmente e ciò che viene dopo, ci mancherebbe. In altri però lo vedo come un precludersi la possibilità di conoscere sul serio, affidandosi a qualche spot qua e là.

    Comunque buon Natale a tutti!

  14. allelimo dice:

    Sigur Ros: va bene, non mi sembra che cambi molto, ma riformulo la domanda: davvero prima di dire che qualcuno ti piace o non ti piace tu ascolti buona parte della sua discografia disponibile?

  15. allelimo dice:

    Ciocco72: ti ringrazio per la citazione, mi offre l'occasione per parlare ancora di "L'ascolto tabù" di Franco Fabbri, che dedica alla frase un capitolo (pg. 252/254)
    Frase, pare, di Elvis Costello (le varie attribuzioni a Zappa,Burroughs, Mingus etc. sono errate).
    Cito:
    "...la frase vorrebbe significare che usare un linguaggio a proposito di un altro è assurdo e un po' buffo, e che i critici musicali hanno pretese patetiche.
    Mi spiace per Costello, uno dei musicisti che amo di più, ma è la frase ad essere buffa, e un po' patetici quelli che la citano gongolando, come se risolvesse il loro disprezzo per i discorsi sulla musica.
    ...è poi così strano usare linguaggio a proposito di un altro (con una funzione metalinguistica, si direbbe tecnicamente?)
    Gesticolare di gastronomia: non lo facciamo tutti, noi italiani?
    E poi, sono i musicisti per primi che parlano di musica. Spesso con un linguaggio diverso da quello dei critici, diverso da musica a musica, diverso da quello che usa chi non è nè musicista nè critico. magari fatto di segnali, di messaggi in codice, di metafore: ma è così che ci si capisce, quando si lavora insieme attorno alla musica.
    E non parlano di musica proprio tutti, anche quelli che non possiedono un gergo tecnico, ma vogliono comunicare quello che provano quando ascoltano, le loro preferenze, i loro rifiuti? Sì, non ci dovrebbe essere niente di strano, di illogico a parlare di musica, o a scriverne..."

    Ripeto, amo quest'uomo e i suoi libri :)

  16. silvano dice:

    Il rock è morto negli settanta.

  17. ciocco72 dice:

    Prego! L'ho sentita citata molte volte , mi ha fatto sempre sorridere.

  18. Si può fare un post sui luoghi comuni della musica per sorridere.
    Si può fare un post sui luoghi comuni della musica per provocare.

    Io scelgo la prima, per cui saluto auguro buon natale a tutti di cuore, ma non partecipo alla discussione.

  19. allelimo dice:

    Si può scrivere un commento per fare gli auguri a tutti.
    Si può scrivere un commento per cagare il cazzo con la scusa di fare gli auguri.
    Io scelgo la prima, e tanto per cagare il cazzo aggiungo che non partecipo alla discussione sul cagamento di cazzo.

  20. brazzz dice:

    si stava meglio quando si stava peggio..

    auguri amici

  21. quando c'era lui, i treni erano sempre in orario

  22. @ allelimo: la risposta alla tua domanda è sì, perlomeno ci provo; se non ci riesco allora mi astengo dal giudizio o ci vado coi piedi di piombo ;)

    Comunque sono reduce da una discussione su un altro blog, discussione che, a mio parere, può essere un altro esempio di P.U.C. ;)

  23. coccodimamma dice:

    allelimo il solito spocchioso, abbiamo capito che ti fa cagare springstin[1], ma anche a me che ho a stento ascoltato suoi dischi, ma non lo metto sempre in mezzo, e non tanto per i fan, ma perchè è una cosa trita e ritrita, abbiamo capito chi non ti piace ma sembra che tu voglia farne un vanto da smargiasso, sei pedante.

    [1] esempio sostituibile,

  24. Ecco sì, "cagare il cazzo" è un espressione interessante e equilibrata. Direi che rappresenta sicuramente una bella base su cui discernere di musica annessi e connessi.
    Più o meno come questo post obiettivamente obiettivo.

  25. allelimo dice:

    1 - mai detto di essere equilibrato e/o obiettivo
    2 - non si stava discutendo di musica qui, si stava scherzando
    3 - se fai un intervento per provocare, con me vai sul sicuro: ti rispondo. E come mi hai già detto tu, poi non lamentarti se.

    Buon Natale a tutti :)

  26. allelimo dice:

    Sigur Ros: ok, ricevuto forte e chiaro.
    D'ora in poi mi asterrò dal parlare di artisti dei quali non conosco la discografia completa o quasi.
    Per fortuna potrò sempre parlare dei Mother of Loose e... oops, direi di nessun altro. Accidenti.
    Oh beh, cercherò altri argomenti di cui parlare :)

    Ri-Buon Natale a tutti :)

  27. O ma che due palle. Mica ho limitato la tua libertà di espressione, ho solo risposto - sinceramente ed in maniera educata, mi sembra - alla tua domanda.

    E ridaje.

  28. Ah, mi dareste una mano per favore? Come si fa a togliere la funzione che permette di ricevere i commenti ai post via mail? Mi stanno intasando la posta, ho provato ma non riesco :(

    Grazie.

  29. allelimo dice:

    Beh scusa, ma stavo solo tirando le conclusioni, sono stato maleducato? Dove? Ho messo pure l'emoticon sorridente alla fine, era una conclusione scherzosa a una posizione che mi sembra leggermente eccessiva.
    Non c'è nessun artista di cui io conosca nè la discografia completa nè buona parte della stessa, a parte i Mother of Loose. Ma lì, avendone registrati tutti i demo, dischi e cd, faccio in fretta.
    Io avrò anche un caratteraccio, ma non sono certo il solo :)

  30. Io provocare?
    Il tuo post provoca dalla prima all'ultima riga, non è affatto scherzoso, prende a spunto cose dette da tanta gente in buona fede e ci fa del sarcasmo.
    Io rispondevo solamente che non volevo abboccare alla tua provocazione e te che fai? Dici che cago il cazzo.
    Ogni commento ulteriore mi pare superfluo.

  31. allelimo dice:

    DiamondDog: la differenza tra ironico e sarcastico è molto sottile, direi che dipende quasi esclusivamente da chi legge e non da chi scrive.
    Ovvio che ho usato anche "cose scritte da altri in buona fede", e allora? Sono luoghi comuni lo stesso e mi andava di scherzarci su. Il fatto che siano stati detti in buona fede non mi sembra un motivo valido per non doverci scherzare.
    Berlusconi pensa in assoluta buona fede che "i comunisti mangino i bambini" e il Ku Klux Klan pensa in assoluta buona fede che "i negri siano esseri inferiori".
    Visto che sono cose dette in buona fede diventano automaticamente incriticabili?

    Mi sembra che altre persone abbiano recepito il post come lo intendevo io: uno scherzo sui luoghi comuni del "rock".
    Ma ogni volta che io intendo scherzare, tu e qualcun altro vi ritenete profondamente offesi dalle mie parole.
    Siamo sicuri che dipenda solo da quello che scrivo io?

    Sul tuo intervento: non prendiamoci in giro. Sappiamo leggere e scrivere entrambi: se non si vuole fare polemica, non si fa.
    Il tuo intervento era retoricamente polemico, almeno quanto il mio post, e io ne ho fatto la caricatura.
    E' vero: intendevo proprio cagare il cazzo, così come tu intendevi fare polemica sul contenuto del post.

    Se io scrivo: "Non voglio dire che Pippo sia una testa di cazzo e non lo dirò", ho dato della testa di cazzo a Pippo oppure no?
    Formalmente no, ma sostanzialmente sì.
    Direi che è quello che hai fatto tu con l'intervento sul non fare polemica.

    Domando scusa per questo intervento da te preventivamente definito superfluo, e rinnovo a te e a tutti gli auguri di Buon Natale :)

  32. Ettore dice:

    allelimo come si chiama la figura retorica sul Pippo, mi hai messo la pulce nell'orecchio

  33. Alle ovviamente siamo in piena libertà di espressione e di parola.
    Grazie della risposta ma rimango della mia idea di fondo.
    Che tu voglia rompere i maroni per principio al resto del mondo.
    Fingendo di essere ironico e mettendo kili di emoticon per sembrare amichevole.
    Ma in realtà non puoi fare a meno di rompere i maroni.
    Tanti sono spariti, con questo tuo modo di fare.
    Io no. Per me le tue rotture di maroni sono un invito a nozze.
    E, se coinvolto, non ho intenzione di passartene una che sia una.

    Speriamo solo che il resto della truppa che ancora transita da queste parti non si stufi....

    Sayonara.

  34. E per quanto riguarda l'essere o sentirsi offesi guarda che sei fuori strada.
    Io non mi sento offeso. Sento solo la voglia di ristabilire una verità che non sia solo la tua. Che anche la mia ovviamente non è assoluta, ma almeno controbilancia un punto di vista, il tuo, pesantemente soggettivo. Che non sarebbe una brutta cosa, ognuno di noi è sovente pesantemente soggettivo. Ma te invece hai la pretesa di essere quello che divide i pani e i pesci e questa posizione non mi pare equilibrata. Per cui intervengo in dissenso.
    Se qualcuno poi si sente offeso (basta rileggere, ad averne voglia, i due o tre mesi passati del tuo blog e di quelli limitrofi) sei sempre e solo te.
    Hasta la vista.

  35. allelimo dice:

    DiamondDog, potrei anche rispondere punto a punto ai tuoi due commenti, ma il cenone si avvicina e francamente, è Natale, siamo tutti più buoni etc., quindi accetto pienamente le tue critiche, oggettive ed equilibrate:

    1 - tutto quello che scrivo, lo scrivo per rompere i maroni al resto del mondo;
    2 - fingo di essere ironico e uso kili di emoticon per sembrare amichevole;
    3 - non posso fare a meno di rompere i maroni;
    4 - tanti sono spariti, con questo mio modo di fare;
    5 - fai benissimo a non farmene passare una che sia una;
    6 - sono assolutamente fuori strada sulle offese;
    7 - l'unico che offende e poi, inspiegabilmente, si offende, sono io;
    8 - tutto quello che scrivo è pesantemente soggettivo;
    9 - tutto quello che scrive chiunque altro è leggiadramente oggettivo;
    10 - non ho mai una posizione equilibrata nella mia pretesa di moltiplicare i pani e i pesci, camminare sulle acque e restituire la vista ai ciechi;
    11 - grazie al cielo ci sei tu che intervieni in dissenso, e di conseguenza:
    12 - il mondo è salvo un'altra volta.

    Se ci va di culo, stasera mangio troppo e rimango secco per indigestione, se no toccherà stare all'erta e continuare a salvare il mondo dalla minaccia del sarcasmo di allelimo; nel qual caso, per fortuna possiamo sempre contare su di te!

    p.s. - spero sia apprezzata l'assoluta mancanza di emoticons in questo commento!

  36. Anonimo dice:

    Fare ironia va benissimo e così potrebbe essere se l'argomento non fosse, invece, stato causa continua (permettimelo) di discussioni abbastanza prolisse e spesso anche accese sul tuo ex blog e su quello di altri nei mesi passati. Siccome invece su questi concetti hai intavolato discussioni decine di volte, mi sembra poco credibile che la tua fosse semplicemente ironia scherzosa. Sapevi di provocare e l'hai fatto.

  37. Anonimo dice:

    spero che questo non diventi un placetobe II.
    già il primo era quello che era, i revival poi sono sempre peggiori.

  38. Uh, dimenticavo: grazie per la risoluzione della questione 'commenti via mail che mi intasavano la posta' :)

Scrivi un commento